News

Monetine cercansi

Monetine cercansi

"Un centesimo risparmiato è un centesimo guadagnato", diceva Paperon de' Paperoni.
Da noi questa frase diventerà molto presto un ricordo, come già i telefoni a disco e le macchine da scrivere, infatti la zecca di stato ha smesso di produrre le monetine ramate da 1 e 2 centesimi, anche se continueranno a circolare ed essere spendibili fino al loro esaurimento.

Questo stop ci porta però alcuni nuovi problemi, infatti tanti esercizi commerciali, primi fra tutti quelli con un grosso numero di transazioni giornaliere, si trovano ad avere difficoltà nel "fare i resti", proprio a causa della mancanza di queste monete.

La legge specifica che si debba fare un arrotondamento per eccesso o per difetto ai 5 centesimi più vicini, però questo non sempre è gradito a tutti i clienti.

Alla Cooperativa Italia Nuova stiamo cercando di risolvere il problema e con i soci "scaliamo" i centesimi di differenza dal saldo della carta, una soluzione ottimale, ma evidentemente non applicabile a chi socio non è.

I due supermercati emettono circa 7000 scontrini settimana. Arrotondare sempre al ribasso si tradurrebbe in un ammanco, ovvero una differenza media fra il fiscale ed reale incassato, di circa 200 euro, che porterebbe grossi problemi di gestione. Coop Italia, che fa i nostri prezzi, a differenza di Esselunga, ha scelto di non arrotondare alla fonte per evitare un aumento indiscriminato dei costi dei prodotti.

Noi cerchiamo una soluzione originale, facciamo quindi un appello a tutti coloro che vogliano aiutarci a risolvere un problema che è un pò di tutti, lanciando ufficialmente una "raccolta di spiccioli".

Se avete a disposizione un buon numero di monetine da 1 o 2 centesimi potete portarle al box informazioni dei negozi di Greve o Panzano e noi ve le cambieremo, cosa che sicuramente per voi sarà un vantaggio, oltre a quello di avere i resti assicurati quando fate la spesa

Leggi tutte le news